top of page

Il linguaggio dello sport: come comunicare con i bambini

È ormai risaputo che lo sport gioca un ruolo fondamentale nella vita di ogni bambino, dato che, oltre a regolare il benessere fisico, prepara i bambini all’apprendimento futuro e li avvicina a valori come l’amicizia, la fiducia in se stessi e la comunicazione con altri bambini. Sebbene molti ci insegnano che lo sport è essenziale nel trasformare il bambino in adulto, è necessario sottolineare che il bambino non è un piccolo adulto, e, perciò, non va trattato come tale. Il bambino ha esigenze e impulsi diversi, è tutto tranne che prevedibile, un turbine di emozioni; è indispensabile, perciò, creare un dialogo capace di prendere in considerazione le emozioni del bambino, sapendo non solo ascoltare, ma anche sentire le sue esigenze. Il naturale desiderio dei bambini li spinge a voler esplorare il mondo ed è per questo che lo sport li aiuta a creare delle situazioni in cui sviluppare schemi motori in completa sicurezza, dal lancio per potenziare la forza, al salto, dall’arrampicata alla percezione del proprio corpo in uno spazio.

Ma più dell’apprendimento di un esercizio ginnico, ciò che sta alla base dell’educazione sportiva di ogni bambino è la capacità di ascolto. Si deve instaurare tra bambino e tecnico una relazione sincera e di totale fiducia, così come si deve dare totale importanza alla comunicazione, verbale e non verbale. Ogni bambino sviluppa una maniera diversa di comunicazione, perciò sta all’adulto fare da interprete e parlare la sua stessa lingua. Anche il linguaggio, infatti, è un’attività psicomotoria, motoria poiché si tratta di movimenti rapidi, ripetitivi, mentre psichica perché regola la capacità di comunicazione sociale.

In ambito sportivo il bambino deve trovare, quindi, un ambiente sicuro e protetto, all’interno del quale crescere e sperimentare emozioni e sentimenti.

Imperia lavora ogni giorno a stretto contatto con gruppi di bambini, a partire dai tre anni d’età. Il corso di avviamento alla ginnastica (3-5 anni) offre, infatti, la possibilità di sviluppare abilità che consentono di eseguire gli schemi motori di base, combinandoli in modo armonico, grazie all’utilizzo della musica.

Accompagniamo, inoltre, il bambino, fin dai primi anni, in un percorso mirato ad esprimere la sua personalità, relazionandosi con il mondo esterno. Imperia crede fortemente che, al di là, dell’esecuzione corretta di una ruota o di una verticale, ci sia una giusta comunicazione con il bambino, ed è per questo che organizza, durante il corso dell’anno, oltre ai corsi pomeridiani, attività al mattino, durante le vacanze scolastiche. Il prossimo appuntamento saranno i nostri Centri di Pasqua, i giorni 6 e 7 aprile. Queste giornate saranno strutturate nel seguente modo:

attività ginniche e acrobatiche, balli e giochi di gruppo, attività ricreative come laboratori manuali e creazioni di lavoretti.


Segui Imperia Centro Sportivo su Instagram e Facebook, per vedere quanto ci siamo divertiti durante i Centri di Carnevale.




34 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page